C'era bisogno di un altro sito sui telefilm?
Esistono diversi siti dedicati al mondo dei telefilm ma praticamente tutti presentano una prerogativa: in essi si parla quasi esclusivamente dei serial più recenti e popolari. Telefilmania.it nasce per colmare questa lacuna essendo in particolar modo dedicato ai telefilm più datati o di nicchia. Non che non si possa parlare di Lost o del Dr.House ma il sito si pone come principale scopo la raccolta e lo scambio di informazioni su serie "cult" come Chips e Supercar, serie scomparse come Baretta o Lou Grant e serie "minori" (non per qualità) quali Squadra Emergenza o Alla corte di Alice.
Squadra Emergenza

La prima volta che 'Camelot - Squadra Emergenza' è stata trasmessa in Italia, lo confesso, non me ne sono nemmeno accorto. Sarà stato per il periodo estivo (dell'anno 2000), sarà stato perchè non sono un grande fruitore di Canale 5 (che l'aveva inserita nella sua programmazione), sarà stato perchè in quell'orario (prima serata) preferisco uscire, ma non ricordo di averne nemmeno sentito parlare. E lo stesso deve esser stato per molti italiani, dal momento che Canale 5 ne sospese la trasmissione dopo poche puntate.
La serie ha poi trovato una collocazione più felice nel preserale di Italia 1 dal settembre dell'anno successivo. Ma anche in quel caso, pur avendo avuto occasione di 'sbirciarne' qualche minuto, non vi ho trovato motivi di interesse.
Stranamente ho atteso la collocazione più penalizzante (in termini di audience) per riuscire ad apprezzare appieno lo spessore drammatico e la qualità della serie: quella notturna dell'estate 2008, che ha visto la serie trasmessa su Italia 1 in orari compresi tra le 2 e le 4 del mattino. Forse l'atmosfera notturna, accentuata dalla quiete cittadina estiva, era il contesto ideale per assaporare compiutamente la vocazione intimista di quella che è divenuta, in breve, la mia serie preferita.

SCHEDA
Titolo: Squadra Emergenza
Titolo originale: Third Watch
Genere: Dramma / Azione
Anno: 1999-2005
Stagioni: 6
Ideatore: Edward Allen Bernero, John Wells
Produttori: John Wells, Christopher Chulack,
Edward Allen Bernero
Musiche: Marty Davich, Doug DeAngelis
'Third Watch' (questo il titolo originale della serie) narra le vicende di un gruppo eterogeneo di poliziotti, pompieri e paramedici operanti nel distretto 55 della città di New York, che si trova all'incrocio tra la King e la Arthur. Proprio la collocazione geografica di tale centro d'intervento ('King Arthur', il leggendario 'Re Artù' della tavola rotonda) è alla base del nomignolo 'Camelot' con cui viene chiamata la 'cittadella' formata dal comando di polizia e dalla stazione di pompieri e paramedici. Il titolo originale indica il 'terzo turno' di lavoro per gli operatori del pronto intervento, quello che va dalle 15 alle 23, ed è un turno solitamente assegnato a chi non ha grande anzianità di servizio o a chi non ha vincoli familiari, a causa del forte impatto sulla vita privata.
Può sembrare banale affermare che la principale qualità di Squadra Emergenza sia l'umanità dei personaggi, ma lo spessore emotivo e la 'tridimensionalità' di questi ultimi raggiunge davvero livelli di eccellenza, anche grazie ad un cast che si rivela all'altezza di un soggetto originale e coinvolgente. Non sto parlando di 'chiaroscuri' ne di 'antieroi': i protagonisti di Third Watch sono tutti (ciascuno a suo modo) positivi, come ci si aspetterebbe da persone che mettono la propria vita al servizio della comunità, ma sono tutti estremamente 'fallibili' e pieni di incertezze, paure e debolezze personali. Così non ci troviamo di fronte ne a zelanti operatori sempre fedeli alle procedure, ne a estroversi 'cani sciolti' sempre pronti a infrangere le regole, bensì siamo di fronte a semplici persone chiamate a vestire gli scomodi panni dell'eroe che devono di volta in volta decidere se sia meglio seguire le procedure o meno, spesso sbagliando in tali decisioni e portando il peso di tali sbagli sulla propria pelle, in una evoluzione continua di ruoli e personalità.

Il risultato è un raro equilibrio tra un cast di personaggi numeroso e variegato (i protagonisti principali sono almeno nove: quattro poliziotti, quattro paramedici, ed un pompiere). Difficile per lo spettatore avere preferenze o antipatie spiccate per qualcuno dei protagonisti: seguendo lo sviluppo della serie si impara ad apprezzare ognuno di loro come un ingrediente indispensabile per la 'ricetta' ideata dagli autori.
Sulla autopattuglia '55 Charlie' della Polizia di New York troviamo John 'Sully' Sullivan, interpretato da Skipp Sudduth, agente sovrappeso, alla soglia dei 45 anni, inevitabilmente alle prese con il bilancio della propria vita solitaria, animato dal profondo desiderio di 'risolvere i problemi' forse per mitigare un latente senso di colpa per una madre malata di alzheimer 'lasciata' alle cure di un istituto. Compagno di 'Sully' sulla '55 Charlie' troviamo il giovane Tyrone 'Ty' Davis Jr. (interpretato da Coby Bell), figlio dell'ex partner dello stesso 'Sully' deceduto anni prima in uno scontro a fuoco. Nonostante la giovane età 'Ty' è animato da un innato senso etico ed è (almeno inizialmente) ossessionato dal dubbio che il padre fosse un poliziotto corrotto.
Nell'altra autopattuglia, la '55 David' presta servizio l'agente Maurice 'Bosco' Boscorelli (impersonato da Jason Wiles), apparentemente freddo e determinato, interessato ad entrare nella squadra speciale della Polizia, ma involontariamente divertente a causa delle sue tante ingenuità e della tendenza a ragionare per luoghi comuni. 'Bosco' è personaggio cardine della serie e rivelerà, nel corso delle sei stagioni, una personalità molto più complessa di quanto il personaggio, volutamente caricaturale, lasci inizialmente intravedere. Con lui sulla '55 David' troviamo l'agente Faith Yokas (nei cui panni c'è l'attrice Molly Price) divisa tra le sue responsabilità di moglie e madre e quelle di agente di polizia. Un marito con problemi di alcolismo ed una situazione economica tutt'altro che florida contribuiscono a dipingere un personaggio le cui frustrazioni si riflettono spesso sulla sua vita sociale e professionale.

L'equipaggio della prima delle due ambulanze del distretto, la 'Adam 55 - 3 ' è capitanata da Monte 'Doc' Parker (alias Michael Beach, attore con una nutrita serie di partecipazioni importanti alle spalle), paramedico d'esperienza, che costituisce la coscienza dell'intero gruppo. 'Doc' è visto da tutti come il 'saggio' del distretto per la sua competenza, il suo sangue freddo e la sua responsabilità, ma è tormentato dal ricordo della moglie scomparsa e appare spesso prigioniero del 'ruolo' che si è costruito e della stima di cui gli altri lo investono. Il suo compagno di lavoro Carlos Nieto (impersonato da Anthony Ruivivar) rappresenta invece un 'opposto' abbastanza netto: giovane, inesperto, spesso superficiale e quasi sempre pieno di se ed egocentrico, si troverà spesso a fare un 'bagno d'umiltà' nelle drammatiche situazioni che si trova ad affrontare sul lavoro.
Sulla 'Boy 55 - 3', la seconda ambulanza, presta servizio la bella Kim Zambrano (Kim Raver), un matrimonio fallito alle spalle (con il vigile del fuoco protagonista della serie) che non riesce però a considerare un capitolo completamente chiuso, ed un figlio da tirare su con la convinzione di dover colmare le lacune lasciate da un padre immaturo. Con lei lavora Roberto 'Bobby' Caffey (interpretato da Bobby Cannavale), inizialmente innamorato della sua partner, una famiglia difficile alle spalle, con un fratello ex galeotto che fatica a reintegrarsi e che lui sente come una propria responsabilità.
Infine, il vigile del fuoco Jimmy Doherty (Eddie Cibrian), ex marito di Kim, bello, affascinante con il vizio del gioco e la tentazione continua di approfittare del fascino che esercita sull'altro sesso, causa principale del fallimento del suo matrimonio. Jimmy rappresenta l'eterno 'bambinone' che non si decide a crescere perchè la vita da eterno adolescente è troppo bella, pur essendo foriera di situazioni difficili, soprattutto per chi gli sta intorno. Ma sul lavoro dimostra un cuore grande, ed un coraggio che lo porta a rischiare la pelle per la salvezza di chi è chiamato a soccorrere.

Questo il variegato cast dei personaggi principali di Third Watch, che vengono mostrati nella loro vita professionale e, spesso, in quella privata, le cui vicende si trovano inevitabilmente ad intersecarsi.
La serie, creata dalla penna di Edward Allen Bernero e John Wells, nasce come una sorta di spin-off della popolare E.R. (medici in prima linea) e guadagna subito grande popolarità presso il pubblico americano. Gli episodi vengono girati realmente sulle strade della 'grande mela' conferendo all'azione un realismo apprezzabile. Una curiosità: Third Watch è stato il primo serial a inserire nella narrazione i tragici eventi del 11 settembre 2001, in una maniera discreta, pacata e rispettosa su cui non anticipo nulla qualora voleste recuperare gli episodi in oggetto. Qualunque siano i vostri sentimenti nei confronti della vicenda o degli U.S.A. in genere, vi garantisco che non potrete fare a meno di commuovervi guardandoli.
L'atmosfera che si respira, generalmente, in 'Squadra Emergenza' è lontana da quella canonica dei tanti serial d'azione. Quest'ultima (l'azione) non manca, intendiamoci... ma le luci dei riflettori sono sempre puntate sull'aspetto umano delle vicende e le chiavi di lettura sono molteplici, sfruttando di volta in volta i punti di vista di personalità così eterogenee come sono quelle dei protagonisti. Oserei dire che la narrazione arriva quasi a toccare vette 'poetiche', comunque vagamente oniriche, come nell'episodio in cui i protagonisti 'incontrano' le giovani vittime di un tremendo incidente stradale, ma la 'sospensione dell'incredulità' generata dalla sapiente narrazione nello spettatore permette un coinvolgimento completo con gli stati d'animo dei personaggi.
Insomma, se durante una notte insonne (visto l'orario cui la serie viene relegata) non avete altro da fare, concedetevi la chance di apprezzare quello che ritengo un piccolo capolavoro del panorama telefilmico americano.

Paolo Tortora
© telefilmania.it



PERSONAGGI E INTERPRETI

John 'Sully' Sullivan: Skipp Sudduth
Tyrone 'Ty' Davis Jr.: Coby Bell
Maurice 'Bosco' Boscorelli: Jason Wiles
Faith Yokas: Molly Price
Monte 'Doc' Parker: Michael Beach
Carlos Nieto: Anthony Ruivivar
Kim Zambrano: Kim Raver
Roberto 'Bobby' Caffey: Bobby Cannavale
Jimmy Doherty: Eddie Cibrian
Fred Yokas: Chris Bauer
Emily Yokas: Bonnie Dennison
Charlie Yokas: Jeremy Bergman
Dr. Sara Morales: Lisa Vidal
Joey Doherty: Kristopher Scott Fiedel
Rose Boscorelli: Patti D'Arbanville
Catherine Zambrano: Anne Twomey
Matty Caffey: Jon Seda
Nicole: Nahanni Johnstone
Michael Boscorelli: Charlie Day
Alexandra 'Alex' Taylor: Amy Carlson
Maritza Cruz: Tia Texada
Sasha Monroe: Nia Long
Brendan Finney: Josh Stewart
Mona Mitchell: Mia Farrow
Fyodor Chevchenko: Roy Scheider
Aaron Noble: Tom Berenger
Jack Steeper: Paul Michael Glaser
Lester Martin: Henry Winkler
Donald Mann: Gene Simmons


ELENCO EPISODI

clicca qui per l'elenco completo



DVD

Prima stagione: http://www.warnerhomevideo.it/...dvd-1067.htm

DVD americani in inglese:
E' reperibile presso alcuni rivenditori online un cofanetto completo con tutte le 6 stagioni ma non sono riuscito a trovare il link alla pagina dell'editore e sul sito della Warner Home Video non ve ne è menzione. Per non fare pubblicità "occulta" non pubblico i link ai suddetti rivenditori ma possono essere facilmente trovati con una ricerca su Google.



SIGLA





LINKS

Sito ufficiale: http://www2.warnerbros.com/thirdwatch/home.html
Sito ufficiale (Warner Bros. Italia): http://www.warnerbros.it/television/squadraemergenza/
Sito ufficiale (Warner Bros. UK): http://www.thirdwatch.co.uk/

Pagina su IMDB: http://www.imdb.com/title/tt0197182/

Sito ufficiale di Jason Wiles (Maurice 'Bosco' Boscorelli): http://www.jasonwiles.net/




IMMAGINI
(cliccare sull'immagine per vederla ingrandita)





Tutti i testi sono proprietà di telefilmania.it © - Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione del titolare
I nomi di serie, personaggi, emittenti etc. appartengono ai rispettivi proprietari
Molte immagini sono state liberamente prelevate da internet: se qualcuno ne possedesse i diritti può richiederne la rimozione
Cookie policy